coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Come si prepara un intarsio dentale

Come si prepara un intarsio dentale
Gli intarsi dentali sono un restauro dentale conservativo che viene fatto quando vi sono ingenti danni al tuo dente, ma come si prepara un intarsio dentale?.

Intanto, questa è un'alternativa molto più conservativa della protesi in zirconio, perché permette la massima conservazione della struttura dentale sana rimanente e si tratta di un restauro che viene cementato al dente, ricostruendo la struttura dentale perduta.

Gli intarsi dentali vengono utilizzati per ripristinare i denti che hanno subito qualche tipo di frattura o rottura o su cui è stato eseguito un canale radicolare. Consiste in un rivestimento del dente che preserva la sua struttura, mantiene la separazione tra i denti e il loro allineamento. Verrà scelto un intarsio o una corona in base al grado di deterioramento dei denti.

Gli intarsi dentali sono utilizzati soprattutto in denti posteriori che hanno cavità moderati o fratture e dente endodonticamente, a condizione che il danno non sia così esteso da richiedere il posizionamento di una corona. La fissazione di un intarsio dentale viene eseguita cementando per proteggere le restanti strutture dentali e ripristinare l'anatomia, la funzione e l'estetica del dente.

Dopo questa introduzione, entriamo ora nel merito dell'argomento dell'articolo e capiamo come si prepara un intarsio dentale.

Caratteristiche del materiale di intarsio ideale

Prima di scegliere i materiali e capire come si prepara un intarsio dentale, dobbiamo esaminare le loro proprietà. Il materiale ideale per l'intarsio dentale deve consentire una scultura conservativa della cavità, deve essere biocompatibile.
Deve garantire una durata nel tempo e garantire l'adattamento esterno e interno con la massima tenuta del dente restaurato. Per ogni trattamento che eseguiamo, dobbiamo scegliere due tipi di materiali:
il materiale di base della camera di polpa e il materiale che posizioneremo nella base della preparazione, che sarà in contatto con il soffitto della camera di polpa.
Il materiale utilizzato nel rivestimento della camera pulpare ha lo scopo di sigillare l'ingresso dei condotti della polpa.

Quali materiali possiamo usare per realizzare un intarsio?

Se vi state chiedendo come si prepara un intarsio dentale, quindi, sappiate che può essere realizzato con diversi materiali:
Compositi o resine che possono essere compositi ibridi, microibridi o combinazioni. Gli inserti compositi hanno il grosso limite alla contrazione polimerizzazione rende più debole e l'usura più facilmente.
Il materiale scelto per la progettazione e la produzione della clinica dentale sono le porcellane (ceramica feldspatica o imperatrice II). Gli intarsi in porcellana offrono una spettacolare odontoiatria estetica che si integra perfettamente nel dente naturale.
La porcellana consente inoltre al restauro protesico di essere molto resistente, biocompatibile e più resistente all'usura rispetto agli inlay compositi.
Intarsi di porcellana
Quando possibile, opteremo per gli intarsi piuttosto che per un completo restauro coronarico poiché la distruzione dentale per la preparazione di un intarsio dentale è molto più conservativa rispetto a una corona dentale.
Inoltre, il margine di terminazione è più lontano dallo spazio intracrevicolare del tessuto gengivale, aumentando così la biocompatibilità con i tessuti di supporto e migliorando l'accessibilità per la finitura e la pulizia.
Un margine più visibile faciliterà anche la verifica dell'assestamento del getto e consentirà all'agente cementante di sfuggire più facilmente.
Fondamentalmente, l’intarsio verrà eseguito quando il dente ha uno spessore sufficiente sulle sue facce libere (vestibolare e palatale), per ottenere la protezione necessaria durante le forze funzionali e occlusali.
D'altra parte, a differenza delle corone complete, gli intarsi in porcellana non sono così ritentivi e quindi la preparazione deve essere molto meticolosa.
Possiamo realizzarli solo su denti perfettamente intatti con corone cliniche di forma normale e lunghezza media.
Ricorderemo inoltre che per gli intarsi i materiali da utilizzare sono limitati (tipo di metallo o ceramica speciale).

Come si prepara un intarsio dentale: tecnica diretta

La tecnica diretta per realizzare un intarsio dentale è caratterizzata dall'esecuzione in una sola visita presso la clinica dentale.
È un metodo rapido che consiste nel posare il composito a strati, obliquamente, per ridurre il fattore di contrazione della resina dopo la sua polimerizzazione.
Ed è indicato per restauri di piccole dimensioni.

Come si prepara un intarsio dentale: tecnica indiretta

La realizzazione dell'intarsio dentale viene di solito eseguita in due sessioni.
Nella prima, la cavità dentale ha una certa forma, al momento viene prodotto un intarsio provvisorio e viene presa l'impronta dentale, inviata al laboratorio odontotecnico che è colui che sta per costruire l'intarsio in un certo materiale.
Nella seconda sessione viene testato e se tutto è corretto viene cementato al dente.
La tecnica dell'intarsio dentale indiretto si riferisce a un processo in cui è già coinvolto nella preparazione, nella protesi e nel laboratorio odontotecnico. Quindi richiede più di una visita alla clinica dentale per la sua preparazione.
Questa tecnica indiretta è indicata in grandi restauri, come quelli necessari per ripristinare il dente dopo l'endodonzia.

Come si prepara un intarsio dentale in porcellana?

Il materiale utilizzato in questo tipo di intarsi come dice il nome in porcellana feldspatica o Imperatrice II.

Ecco ora il procedimento dettagliato per capire come si prepara un intarsio dentale.
Inciso con acido fluoridrico 60-90 secondi, se è ceramica feldspatica o 20 secondi se fosse disilicato di litio (E-max).
Lavaggio e asciugatura
Applica il neutralizzatore.
Mettere in un bagno ad ultrasuoni con alcool per 5 minuti.
Silanizzazione per 1 minuto e asciugatura (idealmente con aria calda).
Ancora una volta, silanizzare per 1 minuto e asciugare.
Applicare uno strato sottile di adesivo (doppio o fotopolimerizzante a seconda della tecnica da utilizzare) sulla faccia interna del restauro, asciugare, non fotopolimerizzare e proteggere dalla luce ambientale.
Preparare il dente per l'intarsio di porcellana
Rimuovere il restauro provvisorio temporaneo.
Isolamento assoluto con diga di gomma.
Protezione dei denti adiacenti.
Sabbiatura del composito dentale, se presente.
Incisione selettiva del substrato dentale, smalto lungo il doppio della dentina.
Lavare e asciugare.
Applicazione di un sottile strato di adesivo (doppio o fotopolimerizzante a seconda della tecnica da utilizzare) nella preparazione, non fotopolimerizzare.
Come si prepara un intarsio dentale: la cementazione
Una volta terminata la progettazione e la fabbricazione dell'intarsio dentale mediante cadcam dentale, procediamo a cementare l'intarsio dentale sul dente da restaurare.
Alla prima visita del paziente per l'intarsio, il dentista prepara la cavità prima di fare l'impronta in modo che copra l'intera superficie dentale con un sottile strato di composito, con i margini dello smalto.
La seconda visita con il dentista in estetica dentale, lo dividiamo in 6 passaggi principali:
Prova colore
Trattamento adesivo del restauro
Trattamento adesivo della superficie della cavità
Cementazione adesiva
Controllo e regolazione dell'occlusione
Finito e lucidato