coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Alitosi alcolica

Alitosi alcolica
L'alitosi alcolica è un problema più comune di quanto si possa pensare, motivo per cui abbiamo deciso di trattare l'argomento in modo approfondito in questo articolo.

Alitosi alcolica: studi scientifici

La scienza ha iniziato a svelare quanto siano importanti il ​​tuo intestino e il microbioma orale per la tua salute generale. Con 700 specie microbiche che colonizzano le superfici dure dei denti e dei tessuti molli, la tua bocca ospita la seconda comunità microbica più diversificata del tuo corpo.
Le complessità del microbioma orale hanno dato agli scienziati nuove intuizioni sul ruolo che svolge sia nella salute che nella malattia.
Eventuali scelte nel nostro stile di vita moderno possono avere conseguenze dannose, permettendo ai batteri che promuovono le malattie di prosperare e innescare varie condizioni.

È importante bilanciare efficacemente il microbioma orale per ripristinare la salute orale e mantenere una buona salute fisica. Le malattie orali possono contribuire, tra le altre condizioni, al diabete, alle malattie cardiache e al morbo di Alzheimer.
Un esempio? La malattia parodontale avanzata può aumentare il rischio di infarto fatale fino a 10 volte. In caso di infarto miocardico parodontale, 9 episodi su 10 saranno fatali.

Per raggiungere una buona salute orale, è necessario promuovere l'equilibrio dei batteri che crescono in bocca. Contrariamente alla credenza popolare, i collutori con alcool e agenti antimicrobici sono in realtà più dannosi che benefici.

Info sull'alitosi alcolica

Gli scienziati hanno scoperto che, rispetto a quelli che non bevono alcol, coloro che invece bevono molto hanno più specie di actinomyces, neisseria e batterioidales. Ognuna di queste specie ha antecedenti che causano malattie parodontali, alitosi alcolica o riducono la crescita di batteri benefici.

Inoltre, i partecipanti che bevono meno cocktail hanno meno lattobacilli, una popolare famiglia batterica che riduce l'infiammazione delle gengive. I ricercatori hanno scoperto che la diversità microbica in coloro che bevevano vino era diversa da quella in coloro che bevevano liquori e birra.

Hanno concluso che il consumo di alcol può influenzare la composizione del microbioma orale e potrebbe avere implicazioni per comprendere il possibile ruolo dei batteri nelle malattie correlate all'alcol.

In media, coloro che hanno riportato livelli più alti di consumo di alcol hanno un numero maggiore di colonie batteriche che sono note per causare malattie parodontali e alitosi, tra cui non è da escludere anche quella alcolica.

I ricercatori hanno ipotizzato che gli squilibri nel microbioma orale possano essere il risultato di acidi presenti nelle bevande alcoliche o di un accumulo di sottoprodotti derivati ​​dalla degradazione dell'alcool, rendendo l'ambiente più ostile a determinati batteri.

Gli squilibri del microbioma orale aumentano il rischio di malattie e alitosi alcolica.

Sebbene sia collegato al microbioma intestinale, il microbioma orale è unico. Funziona come protezione contro diversi tipi di virus, batteri mortali e ambiente, è anche un aiuto nelle prime fasi della digestione. La protezione da virus mortali copre altri aspetti oltre alla propria salute.

Fino a poco tempo fa, gli scienziati credevano che l'utero fosse un ambiente sterile. Sebbene la scienza abbia dimostrato che le gengive sane sono correlate al parto pretermine, hanno recentemente scoperto una relazione diretta tra i tipi di microbi nella bocca della madre e quelli trovati nel tessuto placentare dopo il parto.

Inoltre, le malattie parodontali e l'alitosi alcolica sono correlate allo sviluppo di:

Malattia respiratoria

Malattie cardiovascolari

Neonati a basso peso alla nascita

Polmonite batterica

osteoporosi

Diabete di tipo 2

cancro

Come migliorare il microbioma orale in modo naturale e combattere l'alitosi alcolica

Migliorare l'equilibrio del microbioma orale può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e alitosi alcolica, che è spesso causata dalla crescita batterica. I seguenti passaggi possono aiutarti a prevenire tali disturbi e fornire al tuo corpo gli strumenti necessari per ripristinare le gengive sane.

Evitare collutori antibatterici e dentifrici al fluoro è poi molto importante.

Entrambi i prodotti creeranno uno squilibrio nei batteri orali e forniranno un ambiente unico in cui i batteri nocivi possono prosperare.

Il secondo posto nel tuo corpo con la più alta concentrazione di vitamina K2 è nelle ghiandole salivari e la vitamina K viene secreta nella saliva. Quando viene somministrata la vitamina K2 si riduce la conta batterica nella saliva. In particolare, la vitamina K2 ha ridotto la concentrazione di un batterio coinvolto nella carie, il Lactobacillus acidophilus, da un conteggio di 323.000 a 15.000.

Questo è affascinante, poiché le verdure fermentate, che sono piene di batteri benefici che migliorano la digestione, modificano anche la microflora orale.

Supporto nutrizionale contro l'alitosi alcolica

Le condizioni delle gengive migliorano con vitamina C e CoQ10. Generalmente le gengive non devono sanguinare e, in tal caso, potrebbe essere un segno di carenza di CoQ10. Le gengive sane sono più resistenti ai danni da batteri nocivi.

Ecco un altro consiglio: se desideri un collutorio sano, sciacqua con un po' di sale dell'Himalaya sciolto in acqua, poiché contiene più di 85 micro minerali.

Ricorda, poi, di usare il filo interdentale!

Sebbene la maggior parte delle persone si lavi i denti ogni giorno, il filo interdentale è molto spesso trascurato. Questa è una vera vergogna, poiché il filo interdentale è forse ancora più importante della spazzolatura. Il filo interdentale rimuove i precursori batterici dalla placca, che alla fine diventa tartaro difficile da rimuovere mediante spazzolatura o filo interdentale.

Se non lo usi neanche, o lo usi solo di tanto in tanto, considera di aggiungere gradualmente questa pratica alla tua routine quotidiana, uno stratagemma che aiuta anche a combattere le varie forme di alitosi come quella alcolica. Se trovi difficile includerlo nella tua routine, utilizzalo semplicemente su 1 dente il primo giorno, su 2 il secondo e così via fino a quando alla fine del mese lo usi quotidianamente per tutti i denti in bocca.

Ancora, ricorda di ridurre l'apporto netto di carboidrati.

La digestione di carboidrati, come pane, pasta, fagioli, riso e avena, inizia in bocca con la saliva. Ciò aumenta la quantità di zucchero depositato in bocca, che nutre i batteri nocivi. Focalizza la tua dieta su verdure fresche, cibi fermentati e grassi sani, come manzo nutrito con erba e latticini biologici alimentati con erba, avocado e olio di cocco.