coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Alitosi dal naso

Alitosi dal naso
È arrivata la stagione del naso gocciolante, delle infezioni del setto nasale e del raffreddore. Oltre a essere puntuale, l'accumulo di muco nella parte posteriore della gola provoca problemi di salute dentale e orale inaspettati, come l'alitosi dal naso? Scopriamo qualcosa in più.

Il mito della cosiddetta alitosi dal naso

È un'idea sbagliata comune che l'alitosi possa essere il risultato del gocciolamento dal naso. Quando la quantità di produzione di muco è ridotta a causa di malattie o uso di farmaci, ciò può causare secchezza delle fauci e un accumulo di batteri o particelle di cibo, che a loro volta possono provocare l'alitosi dal naso e l'insorgenza di carie dentale.

Perché abbiamo bisogno del muco?

Avere del muco non è una condizione medica da trattare. La produzione di muco chiaro e inodore è un processo naturale per mantenere la gola umida e sana. Se il tuo corpo produce troppo muco, potresti aver bisogno di schiarirti la gola o potresti tossire. Se una sovrapproduzione di muco diventa persistente, possono essere indicati problemi come reflusso gastrico, che devono essere valutati dal medico.

Se il muco è associato a reflusso gastrico o un'altra malattia sistemica come malattia epatica o polmonare, si può avere la bocca secca e l'alitosi dal naso. Pianifica controlli orali di routine per mantenere sani lingua, denti e gengive.

Riduzione del gocciolamento: come fare?

Sotto la guida di un medico, puoi ridurre significativamente il disagio che accompagna l'irritazione dovuta alla produzione di muco post nasale. Ecco alcune raccomandazioni:
Dormi con la testa leggermente elevata per favorire il drenaggio.
Perdi peso se necessario.

Evita di mangiare cibo e bevande immediatamente prima di andare a letto.

Ancora, è anche utile limitare l'assunzione di prodotti lattiero-caseari nei tuoi sforzi per ridurre la produzione di muco. Invece di dare al bambino del latte, passa al succo o all'acqua per vedere se i sintomi sono alleviati. Anche se mangiare il gelato o il budino ti fa stare bene quando hai mal di gola, questi prodotti caseari possono stimolare la produzione di muco in eccesso.
In generale, il gocciolamento (o muco) post nasale non ha effetti negativi sulla salute dentale. Tuttavia, se il muco si trasforma in disagio, potrebbe essere un segno che qualcosa non va nella tua salute e che alla fine potrebbe portare ad altri problemi medici o orali.

Inoltre, malformazioni e malattie del complesso ostium-meatus possono ostruire l'ostio dei seni paranasali, con conseguente stasi e infezione di quelle cavità. Il principale disagio di questi pazienti sono la rinorrea posteriore, la tosse, la presenza di muco nella gola, la lingua succulenta e, spesso, anche l'alitosi dal naso.
Una delle conseguenze della rinorrea posteriore è inoltre l'accumulo continuo di muco purulento nella regione più posteriore della lingua, dove viene installato un secondo focus di infezione cronica che provoca alterazioni della flora batterica, che provoca l'alitosi. Ci sono molti batteri, come Fusobacterium e Bacteroides genere, sono collegati sinusite cronica , che possono produrre VOC e CSVs di odore.

La respirazione della bocca influenza la quantità batterica e la composizione della saliva. Ecco perché i respiratori orali hanno una maggiore predisposizione a soffrire di alitosi dal naso. Un'altra condizione, la deviazione del setto nasale, può in alcuni casi impermeabilizzare l'ostio sinusale con la conseguente infezione. In uno studio su 24 pazienti con disagio ostruttivo del complesso ostium-meatus, è stato dimostrato che dopo un intervento chirurgico correttivo, l'80% di questi ha avuto un miglioramento della propria alitosi. Un altro studio ha inoltre scoperto che l'alitosi dal naso sia uno dei sintomi principali in un campione di 100 pazienti pediatrici con rinosinusite cronica. L'adenoidite può anche causare alitosi.

Tonsille e alitosi dal naso: quale nesso c’è

Le tonsille sono anche fonte frequente di alitosi. Queste hanno infatti invaginazioni tubolari attorcigliate che vanno dalla superficie all'interno del parenchima, meglio conosciute come cripte. Frammenti di epitelio esfoliato, detriti di cheratina e corpi estranei (come detriti alimentari) possono essere trattenuti nelle cripte, formando pietre putrefatte friabili. I calcoli tonsillari sono una causa di alitosi dal naso molto frequente e può presentare uno schema di rilascio periodico o continuo.
Possono inoltre verificarsi situazioni in cui, quando si schiacciano le tonsille, viene espulso un odore forte e disgustoso, a volte anche in tonsille dall'aspetto sano (non iperemiche o ipertrofiche).

La flora presente nelle tonsille, anche nei pazienti senza precedenti di tonsillite, contiene batteri in grado di produrre un cattivo odore. Uno studio epidemiologico ha mostrato che in 49 pazienti con tonsillite caseosa cronica, quelli che presentavano casi al momento della misurazione dei CSV hanno ottenuto risultati cinque volte superiori rispetto a quelli che non avevano casi.

Altre cause di alitosi dal naso

Altre condizioni e patologie dell'apparato respiratorio superiore correlate all'alitosi sono la presenza di un corpo estraneo o la rinite atrofica, l'insorgenza di ascessi rinofaringei e / o retrofaringei e carcinomi della laringe.
Le cause dell'alitosi dal sistema respiratorio inferiore, cioè con origine primaria al di sotto del livello della laringe, sono più rare e comprendono bronchite, bronchiectasie, polmonite, ascessi polmonari e carcinomi polmonari.