coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Bruxismo dolore

Bruxismo dolore
Sicuramente conosci qualcuno nel tuo ambiente - o forse sei te stesso - che ha dovuto usare un separatore dentale o una stecca di riposo di notte perché, dormendo, stringe la mascella e digrigna i denti finché non si consumano ... in poche parole, soffre di bruxismo. Il bruxismo dolore è molto diffuso tra coloro che soffrono di questo disturbo. Purtroppo, infatti, chi digrigna i denti rischia spesso di incappare in altri problemi e dolori che riguardano altre parti del corpo.

Questi pazienti, infatti, molto volte si recano negli studi dentistici lamentando mal di testa, disagio al collo, contratture, dolore all'articolazione della mascella, dolore o schiocco nell'orecchio e molto altro. In alcuni casi, i pazienti hanno addirittura davvero difficoltà ad aprire la bocca, oltre a non poter nemmeno mangiare o parlare. Fa davvero così male che non puoi aprire bene la bocca per mangiare o pronunciare correttamente; in questo caso, si parla di sindrome del dolore miofasciale dell'articolazione temporo-mandibolare.

Bruxismo dolore: quali sono i sintomi

Il bruxismo dolore denti non è assolutamente da sottovalutare e, anzi, può essere molto invalidante, nell'intera regione laterale del viso, ma può irradiarsi anche verso la testa fino alla fronte (seguendo il percorso dei molteplici rami del nervo trigemino), così come verso il collo, le spalle e fino a raggiungere tutta la parte superiore della schiena. Le contratture muscolari a livello dei muscoli della cintura della spalla, in particolare il trapezio, non sono rare, spesso con l'apparizione dei famosi nodi nei muscoli (punti che quando toccati all'esame provocano dolore).

Questo bruxismo dolore può associare tutta una serie di sintomi intorno all'orecchio e all'articolazione della mascella, fino ad arrivare a sentire male anche nel condotto uditivo, dolore quando si tocca l'orecchio, dolore alla pressione dall'articolazione temporo-mandibolare, sensazione di rumori e simili a ronzii, suoni di clic, orecchio tappato come quando scaliamo una montagna.

La contrattura della muscolatura genererà poi una difficoltà nel movimento della bocca, limitandone l'apertura e talvolta persino generando una vera lesione all'articolazione che colpisce un osso al suo interno (simile a quello del ginocchio).

Le cause principali del bruxismo dolore e la conseguente sindrome miofasciale dell'articolazione temporo-mandibolare restano comunque lo stress o l'ansia. Digrignare i denti, infatti, è spesso la conseguenza di un periodo particolarmente stressante, presentandosi come una forma inconscia di scaricare la tensione e, per questo, sappiate che potrebbe anche esserci una corrispondenza tra bruxismo e gengive infiammate.

Come per ogni tipo di dolore, e come ti abbiamo già detto molte volte (se non sempre), il trattamento di questa condizione deve essere multidisciplinare, vale a dire essere affrontato su più fronti.

Intanto, è fondamentale recarsi dal dentista, che è colui che che nella maggior parte dei casi scopre il bruxismo, ma non è l'unica figura professionale in grado di affrontare ed eliminare il bruxismo dolore. C'è poi, infatti, la figura dell'otorinolaringoiatra, che esclude eventuali problemi alle orecchie. Gli esperti di mandibole e mascelle, invece (Gnatologia) controllano l'articolazione e di solito indicano stecche (prodotti da dentisti o odontotecnici). Anche gli psicologi possono subentrare e aiutare il paziente, insegnando tecniche di gestione dello stress e di rilassamento. Tutto questo, messo insieme, ti aiuterà certamente a risolvere il tuo problema e a non avere più il bruxismo dolore.

Possono anche intervenire medici riabilitativi che si occupano - con le loro attrezzature specifiche di fisioterapia - di eliminare la contrattura, migliorare la mobilità della bocca e impedirne il continuo digrignamento, restituendo un'adeguata apertura della bocca per mangiare e parlare.

Ma non finisce qui, perché i dentisti hanno a disposizione anche altre armi per combattere questa sindrome: dai farmaci miorilassanti, ansiolitici, botulino, analgesici, oltre ad altre tecniche come psicoterapia, tecniche di rilassamento, massaggi ed esercizi, di Yoga e altre discipline rilassanti. Si tratta di alternative che, unite ai consigli dei dentisti stessi, possono davvero portare ad una risoluzione o, quantomeno, un arginamento del problema in breve tempo.

Ad ogni modo, e come ti diciamo sempre, in caso di dubbio non esitare a contattare i tuoi medici e il dentista di fiducia, se ne hai uno, per aiutarti ad affrontare la questione nel miglior modo possibile. Il bruxismo dolore può essere davvero molto fastidioso e, per questo, ti consigliamo vivamente di non trascurarlo e, anzi, di gestire e risolvere la cosa nel minor tempo possibile.

Un'ultima informazione, prima di chiudere.

La sindrome del dolore miofasciale dell'articolazione temporo-mandibolare indica un quadro clinico relativamente giovane e vi è un coinvolgimento sempre maggiore nella sua diagnosi e terapia; per questo, non è raro che vengano create unità specifiche tra i servizi di riabilitazione e chirurgia maxillo-facciale per la loro cura in ospedali.
Bruxismo dolore