coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Protesi Dentale Fissa

Protesi Dentale Fissa
Una protesi dentale fissa (o mobile) è costituita da un dispositivo adattato alla bocca del paziente, che sostituisce uno o più denti mancanti.

Esiste un'ampia varietà di dentiere a seconda delle esigenze di ogni persona.

All'interno di ognuna di queste categorie troviamo le diverse opzioni, ognuna con le proprie caratteristiche.

Con questo articolo, intendiamo spiegare i tipi di protesi dentali fisse nel mercato attuale, e indicandone le possibilità di utilizzo in base alle proprie esigenze.

Innanzitutto: cos'è una protesi dentale fissa?
Le protesi dentali fisse sono quelle che rimangono permanentemente attaccate alla bocca del paziente e, pertanto, non possono essere rimosse.

A differenza delle protesi mobili e semifisse, la persona non ha bisogno di toglierle per pulirle, e non ha particolari problemi durante la rimozione dei residui di cibo.

Inoltre, essendo la dentiera fissa e su misura, non è necessario attraversare un periodo di adattamento, come accade per esempio con le protesi tradizionali mobili, che possono essere scomode nei primi giorni di utilizzo.

Classificazione in base al sistema di bloccaggio
Possiamo fare una prima categorizzazione di questo tipo di protesi, dividendole in base al modo in cui sono fissate.
Da un lato, troviamo le protesi dentali fisse che si incastrano sfruttando la dentatura naturale del paziente.

Per evitare problematiche di uso o difetti estetici, è prassi che il dentista scolpisca i denti artificiali fino a quando la loro forma non rispecchi in toto i denti mancanti che vanno a sostituire. Una volta fatto, la dentiera si adatta e si cementa sui denti rimanenti nell'arcata. Ecco perché non è necessario abituarsi alla protesi dentale fissa.

D'altra parte, ci sono protesi fissate alle gengive con viti in titanio che sostituiscono la radice del dente. La corona o il ponte, che forniscono la parte funzionale ed estetica della protesi, si posano su questi elementi.

Quali tipi di protesi fisse ci sono?
All'interno degli impianti fissi, troviamo 4 differenti tipologie, ognuna per casi specifici.

Corone dentali
Le corone, note anche come coperture, possono essere posizionate su impianti artificiali o sul dente naturale del paziente.

In questo secondo caso, è necessario limare gran parte della superficie dentale prima di installare la protesi.

Il suo obiettivo è quello di adempiere a tutte le funzioni di un vero dente, in termini di estetica e funzionalità.

Con una corona montata, una persona può masticare come farebbe con un dente naturale, finendo quasi per dimenticare di stare indossando una protesi.

Le corone sono realizzate con materiali diversi, anche se i più resistenti sono quelli in zirconio.

Questi denti artificiali sono realizzati da protesi nel laboratorio odontotecnico, prendendo come misura i calchi presi dal dentista in clinica.

Gli odontoiatri professionisti adattano la corona al colore e alla forma del resto dei denti del paziente, per ottenere il massimo mimetismo con il resto della bocca.

Impianti dentali
Un impianto dentale è una piccola vite che viene inserita nell'osso del paziente.

L'impianto è indicato per sostituire un dente ormai confuso che non ha più la radice.

A volte c'è confusione su cosa sia esattamente un impianto, poiché su di esso normalmente è posta una corona.

Gli impianti dentali di per sé sono composti da due elementi, in quanto la base offre un supporto durevole e la corona fornisce la parte estetica e funzionale della protesi.

Corona su impianti dentali
L'impianto è realizzato in titanio, un materiale completamente biocompatibile con l'organismo umano e, pertanto, nella stragrande maggioranza dei casi non provoca reazioni allergiche (leggi di più nell'articolo dedicato ai rischi dell'impianto dentale).

L' intervento chirurgico per posizionare questo tipo di protesi è completamente indolore, grazie all'anestesia locale.

Dopo 3 mesi, se non si verificano complicazioni, l'impianto viene osteointegrato, e il processo di guarigione si è concluso.

Ponti dentali
Un ponte viene utilizzato per sostituire uno o più denti adiacenti, ed è formato da una serie di corone, che possono essere posizionate su impianti o sui denti rimanenti.

A seconda del caso, l'implantologo sceglierà un metodo o un altro.

Ad esempio, se a un paziente manca un solo un dente e quelli adiacenti non hanno troppi problemi, la loro estrazione potrebbe non essere necessaria.

I denti o gli impianti in cui è supportata la protesi sono chiamati pilastri, e la loro missione è di gestire ai carichi masticatori provocati dalla mascella.

Esistono diversi tipi di ponti, anche se il più comune è quello tradizionale formato da tre corone.

Il principale svantaggio dei ponti rispetto agli impianti è che a volte richiedono di intagliare denti sani, favorendo una strategia meno stabile sul lungo termine.

Inoltre, con il passare del tempo, è molto probabile che sia l'osso sia la gomma della parte edentula - senza denti - diminuiscano, esponendo gli spazi tra la protesi e la gomma.

Protesi ibride
La protesi ibrida sostituisce completamente l'arcata superiore o inferiore della bocca.

Di conseguenza questa è indicata per una riabilitazione totale di un paziente vittima di edentulismo.

A seconda delle esigenze estetiche e funzionali di ogni persona, la protesi ibrida può ripristinare i pezzi dentali o anche parte della gengiva.
Se posizionata su impianto questa offre un risultato molto naturale, e il risultato è assicurato per far sì che il paziente possa vivere una vita normale.

Vantaggi delle protesi fisse rispetto a quelle rimovibili
Come spiegato all'inizio di questo articolo, le protesi possono essere fisse o rimovibili.

Sebbene ogni paziente possa scegliere tra l'una o l'altra, sempre seguendo le raccomandazioni del proprio dentista, quelle permanenti offrono maggiori benefici rispetto a quelle rimovibili.

Innanzitutto sono molto più comode, non dovendo rimuoverle dopo ogni pasto per la pulizia ed evitando il disturbo che ciò comporta.

Secondariamente il supporto e la stabilità fornite da una protesi dentale fissa sono di gran lunga superiori a quelle di una protesi rimovibile, ottenendo una maggiore sicurezza durante la masticazione e il parlare.

È importante notare che le protesi fisse richiedono cure speciali per essere durevoli.

Sebbene non possano avere cavità, non dobbiamo dimenticare il tessuto parodontale che le circonda, può accumulare tartaro e sviluppare, ad esempio, gengivite o parodontite.

È necessario massimizzare l'igiene usando un irrigatore orale, per garantire che l'area sia priva di batteri ed evitare qualsiasi fastidio da protesi dentale fissa.

Mantenendo una corretta profilassi dentale e partecipando ai controlli prescritti dal dentista, una protesi dentale fissa può durare una vita.

Protesi dentale fissa costi
Nel caso fossi interessato a scoprire delle protesi dentali costi e rateizzazioni, non possiamo darti informazioni precise, perché si tratta di una serie di interventi così complessa e personalizzata che fare stime accurate risulterebbe pressoché impossibile.