coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Protesi dentale mobile senza palato

Protesi dentale mobile senza palato
Molte persone spesso ci chiedono se sia possibile indossare una protesi dentale mobile senza palato (sappiate comunque che esiste anche la versione fissa). Pertanto, in questo articolo ti forniremo tutte le indicazioni necessarie per dissipare i dubbi che potresti avere durante l'utilizzo di questo tipo di protesi.

Partiamo però da una breve panoramica generale sulle protesi senza palato.
La protesi dentale senza palato è quel tipo di protesi che non ha bisogno, appunto, della creazione di un palato artificiale e che può essere sia mobile sia fissa, come già anticipato, in base alle esigenze di ogni singola persona.
Nello specifico, la protesi dentale mobile senza palato è un tipo di dentiera che viene rinforzata con una struttura interna di cromo-cobalto, così da creare una forza e solidità fondamentali per poter evitare la creazione anche di un palato.

Nel caso in cui il paziente abbia ancora denti naturali in quantità e qualità adeguate, è inoltre possibile realizzare una protesi dentale mobile senza palato in metallo-resina (scheletrica). In tal caso, per le sue caratteristiche di ancoraggio e la resistenza del metallo, il palato può essere ridotto a dimensioni minime, anche con uno spessore che non supera il mezzo millimetro. In alcuni casi è addirittura possibile la sua totale eliminazione.
Lo stesso discorso vale per una protesi in resina acrilica parziale, ma anche in questo caso dipenderà tutto dal numero di denti da sostituire: più denti andranno sostituiti, più palato sarà necessario per la riuscita dell'operazione.

Ciò che dovrà essere preso in considerazione, in ogni caso, è il fatto che il palato è un elemento che contribuisce notevolmente all'assorbimento di un dispositivo superiore, distribuendo quindi le forze masticatorie su una superficie più ampia e aumentando la resistenza ad una possibile rottura della dentiera stessa.

Protesi dentale mobile senza palato: vantaggi e svantaggi

Questo tipo di protesi ha due componenti: una barra di metallo, che viene avvitata agli impianti, e una parte in resina che sostituisce i denti persi e la gengiva, e che ha un meccanismo di ritenzione con attacchi di precision al suo interno, che permette la stabilità della protesi stessa.
Ma vediamo ora quali sono i vantaggi di una protesi dentale mobile senza palato:
- alta stabilità della protesi
- il paziente può rimuovere la protesi per pulirla più facilmente
- l’assenza di un palato artificiale evita inutili fastidi e disagi in bocca, oltre all’interferenza con la percezione del gusto dei cibi
- la gengiva artificiale può sostenere il labbro nei casi in cui la mascella sia arretrata rispetto alla mandibola
- costo moderato del trattamento.

Ora, invece, gli svantaggi:

- in caso di smarrimento, potrebbe essere necessario sostituire la protesi dentale mobile senza palato con un'overdenture rimovibile che abbia un supporto sul palato
- il paziente potrebbe riscontrare delle difficoltà a mantenere l'igiene quotidiana intorno alla barra di attacco micro lavorata
- il tempo di trattamento è più lungo rispetto a quello di una protesi dentaria convenzionale e sono necessari due interventi chirurgici.

Protesi dentale mobile senza palato: come viene eseguito questo trattamento?

Al primo consulto viene realizzata una radiografia della bocca del paziente e si cerca di capire la quantità e la qualità di osso che il paziente possiede, fondamentale per la corretta pianificazione del trattamento. Può poi essere necessario realizzare una speciale protesi provvisoria che il paziente indosserà durante l'esame radiografico, in modo che sullo scanner appaia anche la posizione che il dentista desidera assegnare ai denti artificiali. Il team di specialisti determina così il numero di impianti, la loro posizione e il design della protesi definitiva.
Gli impianti vengono inseriti nell'arcata superiore durante il primo intervento chirurgico. Dopo un periodo compreso tra 7 giorni e due settimane, necessario per consentire al tessuto di guarire, l'odontoiatra effettua una regolazione della protesi provvisoria, in modo che il paziente possa indossarla durante il tempo di attesa fino all'integrazione dell'impianto. Nell'arcata superiore, l'osso impiega circa 3 mesi a guarire attorno agli impianti, dopodiché verrà eseguito il secondo intervento chirurgico, per verificare la corretta osteointegrazione degli impianti.

Dopo un nuovo periodo di attesa di 7-10 giorni, in cui il paziente non deve indossare la protesi per la guarigione della gengiva, il paziente tornerà dal proprio dentista per rimontare la protesi provvisoria.

Quindi il dentista restauratore inizia la fabbricazione della protesi e della barra micrometrica e, una volta effettuate tutte le regolazioni che soddisfano sia il dentista che il paziente, quest’ultimo comincerà le regolari visite di manutenzione della protesi dentale mobile senza palato.
Secondo la nostra esperienza, molti pazienti affermano che con la nuova protesi notano una maggiore sicurezza, una forza masticatoria più potente e, in generale, si sentono molto più a loro agio.

Prima di chiudere, un’ultima e importante precisazione: indipendentemente dalla protesi che andrete ad utilizzare (protesi dentale mobile con palato o senza) non dimenticate quanto è fondamentale l’igiene per la cura della propria salute orale.
Tutti i denti hanno bisogno di cure, naturali o protesiche e una buona igiene orale aiuterà certamente nella riuscita del trattamento.
Protesi dentale mobile senza palato