coppia abbracciata

La prevenzione è importante!

Richiedi un check-up gratuito

CHECK-UP GRATUITO!
CHECK-UP GRATUITO!

Come pulire i ponti dentali fissi

Come pulire i ponti dentali fissi
Se ti stai chiedendo come pulire i ponti dentali fissi o i denti finti, la prima cosa che devi sapere è che si tratta di un processo abbastanza semplice e, soprattutto, molto necessario.

La salute orale è molto importante e il mantenimento dell'igiene della protesi dentale è essenziale per garantirne l'utilità, prolungarne la durata e migliorare la qualità della vita di chi la indossa. Vediamo, dunque, come effettuare la pulizia di un ponte dentale.

Come pulire i ponti dentali fissi: suggerimenti utili

Come pulire i ponti dentali fissi? Vediamo tutti i suggerimenti utili del caso, a partire dall'uso di una buona spazzola e di un dentifricio adatto per pulire gengive, denti, dentiere e varie tipologie di protesi.

Come pulire i ponti dentali fissi: 5 dritte

1) Utilizza filo interdentale spesso o spazzole interdentali;
2) Usa un collutorio per sciacquarti la bocca (quando indicato);
3) Sostituisci lo spazzolino ogni 3-4 mesi e gli spazzolini interdentali ogni 4-5 giorni;
4) Recati periodicamente dal tuo dentista o dal parodontologo. Si consiglia anche una pulizia della bocca ogni 6 mesi;
5) In caso di protesi rimovibili, queste devono essere pulite a fondo e correttamente quando vengono rimosse. Riposati di notte e non indossarla.

Quando ci chiediamo come pulire i ponti dentali fissi, dobbiamo tenere presente che esistono due tipi di ponti dentali. Innanzitutto, abbiamo protesi dentarie fisse su denti o su impianti che, quindi, non possiamo rimuovere dalla bocca per i normali trattamenti di igiene orale. In secondo luogo, abbiamo ponti dentali rimovibili (completamente o parzialmente rimovibili), che possono essere rimossi dalla bocca e puliti più facilmente. La cura della manutenzione è diversa in ogni caso.

Vediamo come eseguire l'igiene in ogni tipo di protesi dentale e come pulire i ponti dentali fissi in maniera impeccabile.

Pulizia di un ponte dentali fisso: come farla

Ecco come pulire le protesi dei denti e i ponti dentali fissi. Quando abbiamo questo tipo di protesi dentale, che non può essere quindi momentaneamente rimosso per l'igiene, è consigliabile utilizzare uno spazzolino da denti medio-duro, sempre seguendo la direzione della gengiva verso il dente in verticale e concentrandosi particolarmente sullo spazio tra dente-gengiva. Non dovremmo mai spazzolare orizzontalmente o lateralmente.

Allo stesso modo, dobbiamo prestare attenzione all'igiene interdentale (tra i denti) e tra le varie parti della protesi fissa sui denti (i ponti). Per fare questo, vengono utilizzati spazzolini interdentali o uno spesso filo interdentale che consente di pulire ponti e ampi spazi interdentali.

Esistono 2 modelli di spazzole interdentali:

- il modello dritto (accede alle aree anteriori della bocca)
- il modello angolare (per le aree posteriori della bocca).

Si consiglia di scegliere quello più adatto alle esigenze del paziente. È compito del dentista o dell'igienista dentale testare nella bocca di ciascun paziente le diverse dimensioni di spazzole interdentali che megli si adattano alla dimensione degli spazi che il paziente presenta.

L'uso di filo interdentale spesso per protesi dentarie fisse sui denti può accedere a spazi molto piccoli e, pertanto, integrare e rafforzare l'igiene orale.

Come pulire i ponti dentali fissi sugli impianti

È importante pulire correttamente la protesi dentale posizionata sugli impianti. In caso contrario, si potrebbe incappare in una infiammazione delle gengive adiacenti.

Sapere come pulire i ponti dentali fissi nel miglior modo possibile non è così scontato e una buona manutenzione della protesi si basa sulla corretta igiene orale due volte al giorno e una visita in clinica ogni 4-6 mesi. Nel caso di protesi implantari ibride, in cui il paziente non ha accesso all'igiene, la protesi viene smontata ogni 1 o 2 anni per la pulizia e il controllo.

Ancora una volta, in questo caso si raccomanda anche di usare spazzole interdentali per accedere agli spazi tra i denti. Questo aiuta a disinfettare quotidianamente la protesi su impianti di detriti alimentari e batteri.

L'idropulsore dentale è un'opzione che possiamo anche usare per integrare la pulizia. È una risorsa facilmente accessibile in cui, attraverso un dispositivo con un serbatoio d'acqua, un potente getto emana attraverso cannule che puliscono la pressione delle cavità interdentali.

Protesi dentale rimovibile

Dopo aver parlato di come pulire i ponti dentali fissi, ecco una piccola spiegazione con consigli utili inerenti l'igiene di quelle parzialmente o completamente rimovibili:

- per prima cosa, lava i denti come hai sempre fatto, per rimuovere placca e tartaro
- le dentiere devono essere immerse ogni giorno con sapone o compresse detergenti e spazzolate scrupolosamente. Devono essere risciacquate molto bene prima di essere rimesse in bocca
- non dovrebbero mai essere messe in acqua bollente
- non devono essere pulite per più di 10 minuti con prodotti contenenti candeggina
- quando non le indossate, devono essere costantemente idratate e, quindi, inserite in un recipiente contenente acqua
- l'adesivo per protesi deve completamente essere rimosso dalla protesi ogni giorno
- una volta all'anno, le protesi dentarie devono essere pulite da un dentista mediante ultrasuoni
- non dovrebbero essere indossate 24 ore al giorni, per prevenire la comparsa di stomatiti (afte).
Come pulire i ponti dentali fissi